I Romani

Non è un caso che i due più significativi avversari romani di Annibale siano conosciuti con appellativi guadagnati proprio nella guerra contro il grande nemico cartaginese.

Quinto Fabio Massimo il Temporeggiatore Statua di Fabio a Schoenbrunn

Nel 217 a.C., dopo la battaglia del Trasimeno, Roma risponde alla minaccia ricorrendo all’istituzione dei pericoli estremi: la dittatura. La scelta cade su Quinto Fabio Massimo. Di antica famiglia patrizia, Plutarco lo descrive lento nel parlare e lento ad apprendere da bambino, ma solido e coraggioso, e di un’integrità a tutta prova. Nel 217, Fabio ha passato la sessantina, è stato censore e console, ha ricevuto il tributo di un trionfo e conosce i Cartaginesi, perché è stato membro della missione diplomatica romana a Nuova Cartagine nel 220, e li detesta. Non è un brillante generale, ma in questo momento non è la brillantezza che Roma cerca, bensì un uomo che rappresenti le salde virtù della Repubblica. Fabio, risoluto e prudente, sa di non poter battere Annibale sul campo, e allora lo tiene a distanza, evitando le battaglie e temporeggiando, perché il tempo gioca contro i Cartaginesi… 

Publio Cornelio Scipione l’Africano

Scipione in un sigillo d'oro trovato a CapuaAl Ticino e alla Trebbia, Scipione è un adolescente che muove i primi passi della carriera militare sotto il comando di suo padre. Vede le legioni assalite dalla micidiale cavalleria numidica, attirate in trappola da un nemico che non combatte secondo le tradizioni, accerchiate da movimenti a tenaglia inauditi. A Canne assiste al prodigio di un nemico in enorme inferiorità che confonde le legioni statiche e pesanti, le aggira, le travolge…  A differenza di molti suoi compatrioti, che disprezzano la tattica raffinata e gli stratagemmi audaci di Annibale, Scipione osserva, capisce e impara. E nel 204, quando decide di spostare la partita in Africa, il Senato si affida all’uomo che ha imparato l’arte della guerra non dalle tradizioni, ma da Annibale stesso…

Annunci

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: